lunedì 28 luglio 2008

Paper Model - Daitarn III

Oggi ho portato a termine il mio ultimo delirio cartaceo: un superbo modello del Daitarn III, uno dei miei robot giapponesi preferiti. Il disegno e le istruzioni sono state reperite nel sito di PaperInvaders, dove si possono trovare anche degli altri pregevolissimi lavori. Il modello da me realizzato è stato ottenuto ingrandendo il profilo originale dei singoli pezzi arrivando ad una riproduzione alta circa 40 cm, in modo da non sfigurare accanto agli altri robot che ho costruito in questi mesi, i quali raggiungono dimensioni ragguardevoli (1 metro). Questa scelta mi ha inoltre reso più agevole la costruzione delle mani, che ho preferito ridisegnare rispetto il progetto originale: ne ho realizzata una versione con tutte le dita snodabili che consentono di "afferrare" le armi che sono state previste per questo robot (Giavellotto, spade, ventaglio). Una caratteristica interessante è la possibilità di rendere movibili le braccia e le gambe, permettendo al modello di assumere le posture più articolate.
Infine, se siete Meganoidi, mi preme ricordarvi che:
"Per la pace nel Mondo combatterò con il Daitarn III. Se non hai paura di questa potenza, fatti avanti!" (Haran Banjo)















venerdì 25 luglio 2008

Susanna Tamaro - Anima Mundi


Fuoco è il pensiero che brucia nella mente di Walter, un adolescente cresciuto tra i silenzi di una famiglia senza amore. Fuoco è la voce di Andrea, che per lui è ben più di un amico, è la sua voce interiore, la sua finestra sul mondo. Proprio questa amicizia dà a Walter il coraggio necessario per lasciare la piccola città dov'è nato, approdare a Roma e reinventarsi una vita. Terra è il suolo poco docile, quello della capitale, città caotica e complessa, angolo di un paradiso apparente, preludio di un vuoto dei corpi e dell'anima che è veramente difficile controllare. Vento è una lettera dell'amico-maestro che arriva dopo un'assenza di dieci anni. Si apre a Walter il percorso dell'amico sprofondato, scivolato dalle certezze cristalline.

Anima mundi (I libri di Susanna Tamaro)

lunedì 21 luglio 2008

Stendhal - Il rosso e il nero


Partendo da un caso realmente accaduto, Stendhal narra la tragica sorte di Giuliano Sorel: giovane ambizioso che diviene dapprima precettore dei figli del sindaco di Verrières e poi l'amante della moglie, la signora di Rênal. In seguito assume l'incarico di segretario del marchese de la Môle e si innamora della figlia, Matilde. Quando tutto sembra che vada per il meglio, si viene a sapere della passata tresca con la signora di Rênal, Giuliano tenta di uccidere colei che lo ha denunciato e viene condannato a morte, sempre amato dalla fedele Matilde.

Il rosso e il nero. Ediz. integrale (Grandi tascabili economici)

venerdì 18 luglio 2008

Paper Model - Tyrrell P34

Continuando sulla scia dei modelli delle auto di Formula 1, ecco una versione cartacea della famosissima Tyrrell P34, veicolo a 6 ruote che registrò un enorme successo per l'originalità delle soluzioni meccaniche utilizzate e che vinse il gran premio di Svezia nel 1976. Anche in questo caso il progetto è stato scaricato dal sito di Tanaka, anche se per questo modello devo sottolineare due difficoltà realizzative: le piccole dimensioni dei pezzi (e del risultato complessivo), e le istruzioni di difficile interpretazione anche se corredate da molte foto. Comunque il risultato è soddisfacente, ma ho in previsione di rivisitare il progetto riscalando i pezzi in modo da renderlo di dimensioni un po' più consistenti.
Altre informazioni su questo storico veicolo si possono trovare qui.







domenica 13 luglio 2008

Paper Model - Ferrari F-2000

Oggi ho terminato questo modello cartoso di Ferrari F-2000. Questa automobile non entrerà però a far parte della Scuderia del Capaso in quanto è stata realizzata per farne dono al buon Juby-Old-Gus, grande appassionato delle rosse del Cavallino Rampante e che da molto tempo desiderava entrare in possesso di una mia creazione cartacea. Il progetto e le istruzioni di montaggio sono state reperite nel bellissimo sito di Yasu Tanaka, dove è disponibile una gran quantità di automobili e mezzi vari. La scala però è un po' inconsueta: 1/30, che stampata su fogli A3 rende il modello lungo circa 22 cm.








giovedì 10 luglio 2008

Pic-Pong & Tetris

In questi giorni, curiosando nei miei archivi, ho scovato un vecchio progettino con PIC16F84 molto semplice ma estremamente simpatico: un completo video gioco da collegare al televisore di casa. Consente di giocare a ping-pong e a Tetris, sintetizzando, oltre che il segnale video, anche un rudimentale segnale sonoro. Il firmware prevede la gestione di due joystick a switch tipo Commodore (C-64, Amiga), ma essendo ormai di difficile reperibilità mi sono disegnato i due pad con 5 switch da circuito stampato. Nel sito dell'autore del progetto si possono trovare tutte le informazioni ed il materiale per la realizzazione oltre ad un ottimo tutorial sulla generazione dei segali video tramite uControllori.
http://www.rickard.gunee.com/





mercoledì 9 luglio 2008

Aforisma 21


“Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione”.

Henry Ford

martedì 8 luglio 2008

S. Boezio - La consolazione della Filosofia [526]


Poche opere ebbero, per tutto il corso del Medioevo, la fama e il prestigio della Consolatio Philosophiae di Boezio - il senatore romano giustiziato da Teodorico nel 524, che Dante celebra nel Paradiso fra le anime sapienti del cielo del Sole. Scritta in prigionia, alla vigilia della morte, l'opera reca l'impronta di quelle esperienze estreme in cui un uomo, senza più futuro, è indotto a rimeditare i valori e gli ideali sui quali ha fondato la vita. Boezio era un intellettuale di vastissima dottrina, uno degli ingegni più lucidi del suo tempo, imbevuto di cultura neoplatonica e aristotelica. Vissuto "al limite di due mondi", nel fosco tramonto della civiltà romana - e tuttavia mantenendo in vita il patrimonio filosofico antico - egli fu, come pochi altri, consapevole della crisi in cui si dibatteva l'Occidente. Giustamente poté apparire l'ultimo dei Romani e il primo dei tempi nuovi, il fondatore della scolastica. Ma nessuno dei suoi molti trattati dottrinali ebbe echi così intensi come La consolazione della filosofia: questa sorta di romanzo filosofico, misto di prosa e di versi, che condensa e sintetizza; nei termini di una meditazione lucida e commossa, il vasto dibattito del pensiero etico classico sui problemi perenni della coscienza: il male e il bene, il Fato e il libero arbitrio, la volontà e la prescienza di Dio. Dell'opera, cui è premessa l'introduzione di una medievalista illustre, Christine Mohrmann, è qui pubblicato il testo integrale, tradotto e annotato da Ovidio Dallera. Sono inoltre riprodotte nel volume le miniature di un codice berlinese del XV secolo.
Aborrite, dunque, il male, coltivate e virtù, levate l'animo
a rette speranze, protendete verso l'alto umili preghiere. Grande la necessità
che vi è stata comminata, quella dell'essere onesti, se non volete fingere di
non vedere, dal momento che voi vivete sotto gli occhi di un giudice che vede
ogni cosa. (Severino Boezio)

La consolazione della filosofia. Testo latino a fronte (Classici del pensiero)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...