lunedì 12 ottobre 2009

Riparazione Vox AC30: missione compiuta

Dopo una lunga analisi sono riuscito ad individuare la causa del forte ronzio del Vox AC30 che mi è stato affidato e precisamente si trattava di una saldatura un po' debole di un piedino della valvola V2, quella cioè che realizza lo stadio sfasatore deputato a generare i due segnali in controfase per pilotare le valvole finali in push-pull. Una volta ripristinata la saldatura il suono emesso dai coni era bello morbido e pulito come è caratteristico di questi apparecchi. Inoltre ho avuto la possibilità di provarlo con una splendida Fender Mustang della stessa epoca, il che mi ha proprio emozionato. Un paio di foto:


6 commenti:

Corsair ha detto...

Fantastico deve essere bellissimo suonare con un compagno come questo!.. ma è tuo o lo dovevi solo riparare?

Se è tuo.. ti faccio i miei complimenti!;-p

capaso ha detto...

Purtroppo lo dovevo solo riparare: peccato perche' ha davvero un suono eccezionale.
Ciao!

Corsair ha detto...

peccato!

Luca ha detto...

Ciao sono Luca di Milano, io ho lo stesso problema con un ac30cc2x di ultima generazione, forte ronzio credo proveniente dalla valvola V1, ho provato ad invertire la V1 con la V3, il ronzio e' sparito ma all'improvviso il canale topbost ha perso potenza, sembra che la prima manopola a destra guardando l'ampli non funzioni piu' ovvero non influisce sul suono pur ruotandola al massimo con il primo switch di destra verso il basso e la chitarra inserita nel connettore in basso sempre guardando l'ampli di fronte..
Mi puoi aiutare???

capaso ha detto...

Ciao Luca, mi pare che i riferimenti delle valvole che mi hai riportato non siano corretti: infatti la V1 e' una ecc83, mentre la V3 risulta essere, da schema, una finale el84 e mi pare difficile poterle invertire. Comunque se le valvole a cui fai riferimento sono dello stesso tipo (ecc83) ed inverntedone la posizione il ronzio sparisce ma compaiono altri problemi, probabilmente una delle valvole si e' deteriorata, anche perche' essendo costituite da 2 triodi indipendenti e' facile che uno dei quattro triodi si sia quastato. Un consiglio, forse banale, può essere quello di recuperare una valvola nuova e provare le varie combinazioni fono a riportare il suono dell'ampli a quello originale.
Un saluto
Capaso

Luca ha detto...

E' quello che ho fatto ed ho risolto il problema, ho dovuto cambiare anche tutte e 4 le valvole finali adesso sembra che suoni anche se non ne sono pienamente convinto, secondo me ha perso qualche decibel di volume, boh non so esattamente cosa sia successo, secondo te e' possibile che una valvola preamp difettosa possa influire e danneggiare una o piu' valvole finali??

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...