sabato 27 settembre 2008

Switch di prossimità e a sfioramento [Touch Switch]

In questi giorni mi si è presentata la necessità di disporre di alcuni semplici circuitini per il rilevamento di oggetti e per attivazioni a tocco (sfioramento) per un progetto che sto portando avanti. Riporto gli schemetti, che mi sono stati proprio utili, nel caso servissero a qualcuno.

Rilevatore di prossimità
Questo circuito consiste in un oscillatore libero realizzato con inverter logici la cui frequenza di oscillazione dipende dai condensatori C1 e C2 ed è sensibilmente alterata dalla presenza di oggetti posti in prossimità dell' antenna a patch realizzata con un rettangolo di materiale conduttore (rame o alluminio) di circa 10x15 cm. Il segnale dell'oscillatore viene poi raddrizzato e livellato per essere successivamente processato da un terzo inverter che provvede a far condurre un bjt nel caso in cui tale segnale superi la soglia di commutazione della porta (circa metà della tensione di alimentazione del circuito).


Interruttore a sfioramento (touch switch)
Quelle che seguono sono semplici versioni di interruttore a sfioramento, alcune minimali altre con un po' di temporizzazione per ritardare l'accensione o lo spegnimento di dispositivi. Funzionano tutte a bassa tensione quindi non si corre nessun rischio toccando le parti metalliche sensibili. In tutti i casi io ho utilizzato questi circuiti per eccitare dei relè.




venerdì 26 settembre 2008

Beppe Fenoglio - Il partigiano Johnny [1968]


Fughe e scontri, vita disagevole e randagia, reazioni e slanci dei giovani «ribelli» che, spesso infantilmente crudeli negli atti di violenza, convivono giornalmente con sofferenze e morte quasi in un indotto stato di trance, costituiscono, proprio perché non enfatizzati, i momenti di un racconto drammatico, teso, che solo una lettura superficiale o una cecità di parte poteva scambiare per intenzionale e quasi goliardica demistificazione del movimento partigiano e del «periodo crudo e miracoloso» della Resistenza.

Il partigiano Johnny (Super ET)

mercoledì 24 settembre 2008

Savinelli Solaria

Oggi ho fatto due cose: una bella ed una brutta. La cosa brutta è che ho effettuato il pagamento alla Agenzia delle Entrate del bollo auto, quella bella è che finalmente mi sono regalato una pipa nuova! Dopo una lunga e sfibrante (per il commesso...) sfilata di modelli, la scelta è caduta su una Savinelli Solaria Curva. Non vedo l'ora di provarla con un buon tabacco al miele e arancia, deve essere una squisitezza!


martedì 23 settembre 2008

Paper Model - Getter 2 [Prototype]

Riporto alcune foto dell'ultimo lavoro model-cartaceo di cui mi sto occupando: il Getter Robot in configurazione 2 - Getta 2 (Drill Hurricane). Per il momento è ancora in fase prototipale in quanto devo aggiustare alcuni dettagli per renderlo più aderente possibile alla versione del cartone originale. Appena sarà completo renderò disponibili le stampe con i profili da riportare sui cartoncini colorati. Seguendo questo link si possono vedere anche gli altri due Getta realizzati con la carta.





sabato 20 settembre 2008

La banca senza banchieri

La caratteristica più nota del sistema bancario islamico è il divieto di addebitare interessi. Il Corano (sura 2, versetto 275) vieta la riba sul denaro prestato. Il termine si riferisce non solo all’usura, cioè ad un tasso d’interesse eccessivo, ma a qualsiasi corresponsione d’interessi su mutui e depositi. Secondo la shari’ah, che è la legge islamica, soltanto il lavoro dell’uomo può giustificare l’arricchimento, sia sul piano etico che giuridico. Non è lecito percepire alcun interesse, neanche minimo, perché esso rappresenta un guadagno del creditore collegato al semplice decorrere del tempo. L’Islam consente solo un tipo di prestito - chiamato qard-elhassan, che letteralmente significa buon prestito - dove il prestatore non addebita alcun interesse o importo addizionale alla cifra prestata. Il creditore offre il prestito per ottenere la benedizione di Allah e si aspetta una ricompensa solo da Allah. Le risorse per questo tipo di operazione sono prelevate da un fondo di solidarietà, detto decima legale (zakat), formato dai contributi volontari che tutti i musulmani versano a favore dei poveri e che vengono gestiti dalle banche per conto delle comunità locali o dei governi. Il denaro erogato come buon prestito viene usato a scopo di consumo o per l’acquisto di beni di prima necessità.
La condanna dell’usura deriva dal fatto che la moneta è considerata unità di misura e mezzo di pagamento. Non avendo alcun valore intrinseco, non può generare altra moneta tramite il pagamento d’interessi. Il lavoro umano, lo spirito di iniziativa e il rischio insito in un’attività produttiva, sono più importanti del denaro usato per finanziarli. I giuristi musulmani considerano la moneta come capitale potenziale, piuttosto che come capitale in senso stretto, nel senso che essa diventa capitale solo quando viene investita in un’attività economica. Di conseguenza, il denaro anticipato sotto forma di prestito è considerato un debito dell’impresa e non un capitale. In quanto tale, non dà diritto ad alcun profitto. Il suo potere d’acquisto non può venire usato per creare direttamente maggiore potere d’acquisto, ma deve passare attraverso una fase intermedia che la compravendita di beni e servizi. Partendo da questa visione della moneta, la finanza islamica si fonda sull’idea che prestatore ed utilizzatore di moneta devono spartire in ugual misura il rischio d’impresa, affinché tutta la comunità, e non soltanto una categoria di operatori economici, ne tragga beneficio. Ciò vale per fabbriche, aziende agricole, società di servizi o semplici operazioni commerciali. Tradotto in termini bancari, significa che tutti i soggetti coinvolti - il depositante, la banca, il debitore - devono dividere i rischi e i guadagni derivanti dal finanziamento di una certa attività. É il principio del profit-loss sharing, conosciuto ma scarsamente applicato nel sistema bancario occidentale, che invece obbliga il debitore a restituire l’ammontare del prestito ricevuto, insieme all’interesse imposto, indipendentemente dal successo o dal fallimento della sua impresa. Tecnicamente la condivisione del rischio d’impresa si sostanzia in varie forme di finanziamento, di tipo associativo o partecipativo.
La banca senza banchieri. Questo è il cardine del socialismo islamico. Nel capitalismo occidentale esiste invece un conflitto strutturale tra imprese bancarie, che producono moneta dal nulla e lucrano sul tempo, ed imprese industriali e commerciali, che faticano a produrre lavoro perché schiacciate da interessi e garanzie vessatorie imposte dall’usurocrazia globale.

Paper Model - Tiger I

Da molto tempo volevo realizzare un modello di tank (carro armato) del secondo conflitto mondiale, e per puro caso sono arrivato a scaricare dal sito della Sega un progettino davvero semplice ma estremamente realistico: un Tiger I con colorazione da deserto (Panzerkampfwagen VI Ausf. E Tiger I). Il modello è costituito da soli 4 fogli A4 e una volta assemblato risulta lungo circa 25cm. L'elemento che mi preme ancora sottolineare è la grande semplicità realizzativa, considerato anche il fatto che i dettagli minuti non mancano! Lo si può scaricare seguendo questo link.
Wikipedia riporta alcune informazioni su questa serie di carri armati:
http://it.wikipedia.org/wiki/Tiger_I_(carro_armato)





sabato 13 settembre 2008

Salvatore Quasimodo - Ed è subito sera [1930]




Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.
S. Quasimodo

lunedì 8 settembre 2008

Paper Model - Pezzi Gaiking


Dopo un po' di lavoro sono riuscito a dare una veste decente alle stampe contenenti i pezzi del Gaiking che ho realizzato qualche settimana fa. I vari profili sono raggruppati in fogli da stampare su cartoncino colorato e contengono solamente le linee di piegatura delle parti più complicate. Nel file ho anche riportato le mani con le dita snodabili nella stessa scala con la quale ho realizzato il Daitarn III e quindi, volendo, le si possono utilizzare anche per quel modello. Per avere una traccia di montaggio riporto anche il link per scaricare il file pdo dal quale sono stati ricavati gli sviluppi e dove è possibile evidenziare le connessioni tra gli spigoli dei vari pezzi. Per farsi un'idea del robot ultimato rimando alle foto del post precedente dedicato a questo paper model.
I links sono i seguenti:
Buona realizzazione!

domenica 7 settembre 2008

Modello macchina volante fratelli Wright



Girovagando per internet alla ricerca di qualche modellino da realizzare con materiali inconsueti mi sono imbattuto in questo lavoro veramente curioso ed originale: una versione della prima macchina volante dei famosi fratelli Wright del 1903, costruita con una scatola di polistirolo per alimenti, degli stuzzicadenti e qualche listello di balsa. Il risultato è veramente molto realistico e la costruzione non mi sembra una cosa particolarmente ardua.
Il link, per chi volesse cimentarsi nella realizzazione di questo modello, è il seguente:

sabato 6 settembre 2008

Motore di ricerca Blog


Oggi ho inserito all'interno del blog un utile motore di ricerca che consente di effettuare delle ricerche inerenti ai contenuti trattati nel blog e nel sito. I risultati vengono visualizzati direttamente nell'area dei post.

giovedì 4 settembre 2008

Eugenio Benetazzo - Duri e puri [2007]


Il libro descrive ed analizza lo scenario macroeconomico nazionale ed internazionale, avvisando in anticipo di come si possa ripetere tra qualche anno un crash finanziario sui mercati azionari simile a quello avvenuto nel 1929 sottolineando le nefaste conseguenze a cui assisteremo: pesante correzione degli indici azionari, rischio di bolla immobiliare, problema mutui, rialzo dei tassi e default del dollaro americano. Vengono altresì analizzati conflitti di interesse, prodotti e forme di investimento classiche presenti sul panorama italiano che porteranno nei prossimi anni ad altri crash finanziari. Autorevole nell'esposizione delle più prestigiose teorie di analisi economica, offre informazioni ed indicazioni determinanti per le scelte future di ogni attento risparmiatore.

Duri e puri. Aspettando un nuovo 1929 (Verità nascoste)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...