domenica 30 marzo 2008

Giovanni Comisso - Un gatto attraversa la strada


Una raccolta di brevi racconti che ci portano per mano nella vita dell'Italia contadina; un affresco memorabile, illuminato dalla scrittura visionaria ed empatica di Comisso, di storie e paesaggi, di superstizioni e avventure, odi, amori e amicizie. Ha vinto il Premio Strega nel 1955.

Un gatto attraversa la strada (La Gaja scienza)

giovedì 27 marzo 2008

martedì 25 marzo 2008

Arthur Schopenhauer - Sul mestiere dello scrittore e sullo stile


Schopenhauer si sentì sempre scrittore non meno che pensatore. Fu uno degli ultimi filosofi che sapessero scrivere in latino, e la sua educazione letteraria era avvenuta sotto l'invisibile tutela dei grandi romantici (nonché di Goethe), che frequentavano il salotto della madre. Soprattutto Schopenhauer ebbe sempre una formidabile vena polemica, che gli faceva scegliere i suoi bersagli non solo nella metafisica ma nella vita corrente. Che la pratica della lingua o il modo di dar forma ai libri si corrompessero e degradassero era per lui un segnale che coinvolgeva il tutto (e così sarà, più tardi, in Karl Kraus). Quei vizi da allora non hanno fatto che dilatarsi, fino ad apparire a molti come la normalità stessa. Salutare controveleno rimane dunque, oggi più che mai, la lettura dei tre trattatelli qui raccolti, che si presentano come una sequenza, insieme garbata e tagliente, di raccomandazioni e suggerimenti per curare le malattie croniche di scrittori, letterati, giornalisti - sovrana applicazione di un solo e irrefragrabile principio: "per colui per il quale nulla è cattivo, nulla parimenti è buono".

Sul mestiere dello scrittore e sullo stile (Piccola biblioteca Adelphi)

lunedì 24 marzo 2008

Emile Zola - Germinal [1885]


Quando nel 1885 fu pubblicato Germinal, la Francia gridò furiosa allo scandalo: lo scrittore che aveva “calunniato” gli operai parigini trattandoli da ubriaconi in L’Assommoir venne questa volta accusato di calunniare i minatori, protagonisti del nuovo romanzo. Ma tra accuse e consensi ben presto il libro conquistò i francesi. Con Zola il romanzo moderno acquistava un nuovo protagonista, il proletariato, e non a caso. Era infatti inevitabile che uno scrittore che, sulla via indicata da Balzac, aveva saputo dipingere un grande affresco della società borghese del suo tempo, cercasse, da indagatore attento e minuzioso qual era, di aderire alla storia, affrontando il grande tema del rapporto padroni-operai.

Germinal. Ediz. integrale (Grandi tascabili economici)

sabato 22 marzo 2008

Paper Model - Me BF-109G [1/32]

Finalmente ho terminato un modello cartaceo veramente impegnativo: un esemplare di Messerschmitt BF 109-G. Il progetto del modellino di carta è estremamente dettagliato e preciso, tanto che nei vari pezzi che lo compongono non sono presenti neanche le linguette di incollaggio: bisogna infatti ritagliarle a parte ed incollarle successivamente al di sotto delle superfici da unire. Con questo espediente si ottengono degli accoppiamenti perfetti, in modo da rendere la fusoliera e le ali un unico pezzo di lamiera, conferendo al modello un livello di realismo davvero notevole. La scala di questa prima versione è 1:32, ma forse ne realizzerò un esemplare in scala 1:24 arrivando così a circa 40cm di apertura alare, contro i 30cm attuali.
Su Wikipedia è presente un bellissimo progetto dedicato alla serie Me, tutto in italiano con molte foto e notizie sulle innumerevoli versioni di questo famoso caccia tedesco:
http://it.wikipedia.org/wiki/Bf_109.









venerdì 21 marzo 2008

Aforisma 20


"Secondo alcuni autorevoli testi di tecnica aeronautica, il calabrone non può volare, a causa della forma e del peso del proprio corpo in rapporto alla superficie alare. Ma il calabrone non lo sa. E perciò continua a volare."

sabato 15 marzo 2008

giovedì 13 marzo 2008

Paper Model - Citroen DS

In una sola serata ho realizzato questo simpatico modello cartaceo della mitica Citroen DS. Il progetto è molto semplice e con pochi particolari, ma il risultato è soddisfacente, considerato anche il fatto che si assembla molto velocemente. Il file con i pezzi e le istruzioni di montaggio sono state reperite dal sito di Takumi, nel quale sono disponibili anche versioni con diversi colori e copri-cerchioni. Si posso inoltre trovare e scaricare modelli di altri soggetti.



martedì 11 marzo 2008

Paper Model - Locomotore E633 "Tigre"

Nell'ultimo post relativo ai Paper Models ho scritto che per un po' di tempo la Capaso Paper Model Farm non avrebbe più prodotto modellini: mentivo. Infatti ecco a distanza di pochi giorni uno splendido esemplare cartaceo di locomotore F.S.: una E-633 numero 023, serie confidenzialmente denominata Tigre. Il modello è lungo circa 20cm ed è il risultato di un paio di sere di lavoro. Il progetto è stato direttamente scaricato dal sito di Zio Prudenzio, dove si possono ammirare molti altri pregevolissimi lavori di modellismo cartaceo e non. L'unica aggiunta che ho fatto di mia iniziativa sono gli spazzaneve giallo-neri che a mio avviso costituiscono un dettaglio davvero gradevole.






domenica 9 marzo 2008

Arthur Schopenhauer - Il primato della volontà


Che cos'è la volontà? Da dove scaturisce la misteriosa forza con cui essa salda in noi mente e corpo determinando il nostro agire? Su questo eterno problema della filosofia si è sempre tornati, e sempre, fatalmente, si tornerà. Con un passaggio obbligato, un punto di riferimento ineludibile: Schopenhauer, il quale ha fatto della volontà la chiave di volta del proprio edificio speculativo, imperniando intorno a essa tutti i motivi della sua filosofia. Negli anni tra il 1826 e il 1840, impegnato nel ripensamento e nello sviluppo del Mondo come volontà e rappresentazione, il filosofo elabora, cataloga e raccoglie centosei Argomenti a favore del primato della volontà sull'intelletto, prezioso repertorio di considerazioni antropologiche, psicologiche e fisiologiche. L'intento è quello di suffragare la sua tesi capitale: "La volontà è la cosa in sé, il solo ens realissimum et primarium, il solo elemento metafisico", mentre l'intelletto "è mera apparenza, la sua esistenza è secondaria e derivata". Il primato della volontà viene così presentato da Schopenhauer come il "dogma fondamentale" della sua filosofia, ma al tempo stesso come "la più importante di tutte le verità", risultato di una scoperta basilare. Egli rivendica il merito di essere "il primo" ad attribuire alla volontà - quindi alla cieca pulsione vitale, all'inconscio, alle passioni, al carattere - la legittima preminenza in seno alla soggettività, mentre "tutti, tutti, tutti, per saecula saeculorum, hanno insegnato il contrario". E questa scoperta epocale, che apre la via alle scoperte maggiori della antropologia e della psicologia, sarà destinata ad avere ripercussioni immense, annoverando fra i suoi debitori Wagner, Nietzsche e Freud.

Il primato della volontà (Piccola biblioteca Adelphi)

sabato 8 marzo 2008

La storia della Televisione


Mi sento di segnalare questo storico ed interessante documento tratto dalla rivista di tecnica elettronica Selezione Radio-TV del 1975, che ripercorre tutte le tappe dell'evoluzione di questo importantissima invenzione. Il tratto forse più bello è che in questo lungo articolo si parla di televisione in un modo non ancora "inquinato" dai deliri di comunicazione pubblicitaria o dai vaneggi commerciali di oggi: si analizzano solamente i passaggi storici e tecnici più consistenti e significativi. Ne consiglio caldamente la lettura, scaricando l'intero articolo dalla sezione di Download dello splendido sito interamente dedicato alla radio: Le Radio di Sophie dove sono raccolti altri interssanti decumenti relativi all'elettronica e alla radiotecnica.

giovedì 6 marzo 2008

Paper Model - Aquila Calva - Bald Eagle

Questa è l'ultima creazione cartacea del Capaso: un esemplare di Aquila Calva degli Stati Uniti (Haliaeetus leucocephalus), in scala "quasi" reale. Infatti il modello ha un'apertura alare di circa 130cm, mentre in originale arriva a misura anche 180cm! Il modello è stato scaricato dal sito della Canon, ed è stato estratto dai lavori di Ikuo Anazawa, il quale ha progettato molti altri modelli di pennuti. Io come al solito ho stampato i pezzi su dei fogli A3, ma non si è rivelata una buona idea in quanto le ali sono risultate molto pesanti e quindi di difficile montaggio. A dire il vero tutto l'assemblaggio non è stato particolarmente semplice, visto anche l'elevato numero di pezzi (per un'ala ne sono necessari circa 20). Comunque l'effetto è impressionante, dovuto soprattutto alle dimensioni e alla posizione.
Dopo questo lavorone penso che passerà in po' di tempo prima che mi cimenti in un'altra opera cartacea, ma posso anticipare che molto probabilmente sarà uno dei miei robottoni preferiti: il Daitarn III, vedremo cosa riuscirò a fare.






mercoledì 5 marzo 2008

Paper Model - Getter 3

Questo che riporto è l'ultimo modellino di carta realizzato dalla Capaso Paper Model Farm: il Getter Robot in configurazione 3. Il disegno è molto semplice, così come la costruzione e l'ideatore è lo stesso che ha disegnato il più imponente Getter 1, costruito ormai diverso tempo fa. La caratteristica interssante di questo robot cartaceo è la possibilità di estendere le braccia telescopiche come avveniva nel cartone animato. Per chi volesse provare a realizzarlo può trovare i pezzi e le istruzioni in questo link.
Enjoy!



lunedì 3 marzo 2008

Il Teorema di Pitagora


I tempi sono tristi! Il vecchio mondo s'usa
a trascinarsi il fianco nel giro dei pianeti!
Le balene si fan sempre più rare, i feti
voglion dar fuoco all'alcool ove la vita han chiusa.
Per consolarti, o povera anima mia, ripeti:
il quadrato costrutto sovra l'ipotenusa
è la somma di quelli fatti sui due cateti.

Anima mia, rammenti? dall'ombre d'oggi illusa,
questo non ti riporta al raggio dei dì lieti?
O che non ci fiorivano nel cuor tutti i roseti
al tempo in cui a zuffa coll'algebra confusa,
sui banchi imparavamo, monelli irrequieti;
che il quadrato costrutto sovra l'ipotenusa
è la somma di quelli fatti sui due cateti?

Ora, i tempi a mal volgono. l'un polo l'altro accusa
di accaparrarsi il ghiaccio, e sono ambo inquieti;
l'oche pretendon esser - ahimè - cigni;
i poeti annegano in tropp' acqua il vino delle musa;
le questioni scottanti brucian tutti i tappeti;
ma il quadrato costrutto sovra l'ipotenusa
è la somma di quelli fatti sui due cateti.

Il cannone, Tamagno delle battaglie, abusa
della sua voce, e fulmina.
- O dunque, dai roveti ardenti più non parlano i Jeova ai profeti?
Non tentenna la terra a un guardo di Medusa?
Un mare, techel, phares è a tutte le pareti....
Ma il quadrato costrutto sovra l'ipotenusa
è la somma di quelli fatti sui due cateti.

La vita è una prigione in che l'anima hai chiusa,
uomo, ed invano brancolli cercando alle pareti.
Sono di là da quelle i bei fonti segreti
ove tu aneli, e dove la pura gioia è fusa.
Qui,solo hai qualche gocciola di ver per le tue seti.
Il quadrato costrutto sovra l'ipotenusa
è la somma di quelli fatti sui cateti.

domenica 2 marzo 2008

Boom!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...